Caso 1

Acquisto un prodotto che a listino costa 78 euro, mi applicano uno sconto del 25%  se vendo a prezzo di listino quanto mi rimane?

Possiamo trovarci di fronte a due possibilità, una  se lo sconto viene applicato a un listino con prezzo imponibile cioè senza IVA:

Esempio-1_Foto-1

 

Se la vendita avviene a prezzo pieno, cioè listino più iva il margine derivante corrisponde esattamente allo sconto cioè il 25%, mentre il ricarico è del 33,33%. Il margine in valuta è di 19,50 euro.

Questo calcolo risulta indipendente dal valore di IVA applicato e il margine rimane sempre del 25%.

 

Vediamo ora cosa capita se lo sconto ci viene applicato su un listino di vendita al pubblico quindi con IVA:

Esempio-1_Foto2Esempio-1_Foto-3

Esempio-1_Foto-4

 

 

 

 

 

 

Nel caso di listino di partenza ivato con IVA al 22% si può notare che il margine risulta decisamente inferiore, pari a 8,49 % con ricarico del 9,28 % e margine in euro di 5,43.

La cosa cambia al variare dell’IVA fino ad arrivare ad un margine del 22% in caso di IVA al 4%. Quindi se parliamo di prodotti con IVA diversa ma con lo stesso sconto dobbiamo sapere che avranno una redditività decisamente diversa.

Prestate quindi molta attenzione ai risultati ottenuti che sono significativamente diversi!

 

 

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Esempi. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.